Napoli, tra il rifiuto e l’addio: il futuro di Spalletti sempre meno azzurro?

La permanenza dell'allenatore Luciano Spalletti al Napoli sembra sempre meno sicura dopo il rifiuto del rinnovo

Benedetta Seghetti  - Autore
3 Minuti di Lettura

Voci che incalzano una sopra l’altra, la notizia bomba che esplode e un nugolo di rumors che gli girano intorno cercando di capire quale sarà quella che prima o poi emergerà davvero. Come era naturale aspettarsi, dopo la vittoria dello Scudetto da parte del Napoli, già festeggiato e ancora ampliamente da festeggiare, si è iniziato a parlare di futuro, sia quello di alcuni protagonisti del tricolore riportato in terra campana dopo 33 anni, sia quello dell’artefice di tutto questo, il tecnico Luciano Spalletti.

De Laurentiis e Spalletti. Il tecnico chiede un confronto
De Laurentiis e Spalletti, festa scudetto

La notizia del suo addio suona quantomeno clamorosa, in prima battuta perché giunge quando il campionato è ancora in corso e con l’avvicinarsi di un big match come quello contro l’Inter. Negli ultimi giorni si erano attivate voci sicure sul rinnovo dell’allenatore del Napoli, che ha un contratto fino a giugno 2024, eppure ora tutto sembra essersi ribaltato, con l’addio ad un passo.

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli
Luciano Spalletti, allenatore del Napoli

Il ciclo-Spalletti si chiude subito?

Nella gloriosa notte di Udine in cui il Napoli ha conquistato il punto che è valso lo Scudetto, i più hanno immaginato che quello avviato da Luciano Spalletti fosse un ciclo destinato a durare a lungo. Nel capoluogo partenopeo hanno atteso per anni questo momento e nonostante la festa non sia ancora finita potrebbe essere già tempo di saluti.

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, l’allenatore azzurro sarebbe addirittura pronto alle dimissioni e le questioni non sarebbero solo legate in sé per sé al rinnovo di contratto, rifiutato dal toscano, ma a questioni più personali, che riguardano il rapporto che intercorre tra Spalletti e il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis.

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis

E non appena la notizia ha preso corpo le ramificazioni hanno preso due direzioni precise: un possibile risanamento della relazione tra patron e guida tecnica da una parte e i nomi per sostituirlo dall’altra. La prima appare quantomeno complicata, per la seconda, invece, potrebbero rivelarsi vere sorprese, come l’opzione Antonio Conto e l’incredibile ritorno di Rafa Benitez.

Rafa Benitez
Rafa Benitez

Tuttavia in pochi si chiedono cosa perderebbe il Napoli con la partenza di Spalletti, il ciclo vincente continuerà? O la perdita del proprio leader farà cadere il castello di carte? Un immaginario, certo, perché per ora non si parla di concretezza, ma a questo punto è bene porsi la domanda.

Nonostante tutto, poche cose potrebbero rovinare la festa Scudetto in programma al termine della sfida contro la Sampdoria, il 4 giugno alle ore 19:00, poiché c’è un popolo azzurro che attende l’attimo da 33 anni e nessuna voce di addio o di mercato potrà minare la felicità partenopea.

Condividi questo Articolo
Segnala a Zazoom - Blog Directory